Strada del Vino Valcalepio e dei Sapori della Bergamasca

Il Territorio

La zona in cui si snodano i percorsi della Strada del Vino Valcalepio e dei Sapori della Bergamasca è rappresentata dalla fascia pedemontana della provincia di Bergamo compresa fra l'Adda e l'Oglio. Un territorio ricco di storia e di tradizioni in cui le testimonianze sono talmente numerose che l'enoturista potrebbe rimanere in zona giorni e giorni visitando cose sempre nuove e rimanendone sempre appagato.
In questa fascia lunga e stretta con pendenze a volte proibitive troviamo circa 800 ettari di vigneto e qualche decina di ettari di oliveto, residui di un'estensione maggiore ma baluardo di una tradizione che il contadino bergamasca difendendo con coraggio e passione. Ne sono contorno castelli medioevali, chiese e abbazie di ogni epoca retaggio di una storia ricca e appassionante legata al vino dall'emblema del consorzio tutela valcalepio riportante l'effigie di Bartolomeo Colleoni.
All'interno di questa zona troviamo ancora luoghi incontaminati dove la natura è protagonista e quindi l'appassionato può immergersi in essa per ricevere quelle sensazioni che molte volte abbiamo dimenticato. Non scordiamo poi la tradizionale ospitalità e quindi la presenza di aziende agricole, di agriturismi e di locali legati al territorio che possono far scoprire antichi sapori ormai dimenticati.

FORMAGGI E SALUMI

Naturalmente non possiamo dimenticare la produzione casearia legata a formaggi famosissimi quali il Taleggio e ad altri forse meno noti ma che sono lo specchio di antiche tradizioni quali il Formai de Mut, il Branzi, lo Strachì Tund, le formaggelle delle varie valli, gli stracchini e i caprini dovuti alla riscoperta dell'allevamento delle capre.
Grande tradizione anche nell'arte e nell'uso della carne di maiale con la produzione del lardo, della pancetta, della salsiccia, del cotechino e del salame bergamasco. Ultima riscoperta il gaì, salame di pecora, senza dimenticare il piatto bergamasco per tradizione: la polenta.